vai al Contenuto

Portale Norme & Concorsi Salute

Numero Atti:62417
Ultima Gazzetta Ufficiale del: 22 agosto 2019 Ultima Modifica: 23 agosto 2019
servizio rss

Dettaglio atto

Comitato interministeriale per la programmazione economica

Deliberazione 27 maggio 2005

Fondo sanitario nazionale 2004 - Parte corrente - Ripartizione tra le regioni dell'accantonamento per il perseguimento degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale ai sensi dell'articolo 1, commi 34 e 34-bis, della legge n. 662/1996. (Deliberazione n. 48/05).

(G.U. Serie Generale , n. 261 del 09 novembre 2005)

							 
IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833, istitutiva del Servizio sanitario nazionale ed in particolare l'art. 53 che definisce le linee di indirizzo e di svolgimento dell'attivita' istituzionale del Servizio sanitario nazionale, le quali sono stabilite nel Piano sanitario nazionale e fissate per una durata triennale con legge dello Stato; Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni ed integrazioni, concernente il riordino della disciplina in materia sanitaria, ai sensi dell'art. 1 della legge 23 ottobre 1992, n. 421; Visto l'art. 1, comma 34, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, il quale prevede che questo Comitato, su proposta del Ministro della sanita', d'intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, puo' vincolare quote del Fondo sanitario nazionale per la realizzazione di specifici obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale indicati nel Piano medesimo; Visto l'art. 1, comma 34-bis introdotto dall'art. 33, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, che prevede la predisposizione da parte delle regioni di specifici progetti per il perseguimento degli obiettivi di carattere prioritario e rilievo nazionale indicati nel Piano sanitario nazionale; Visto l'art. 1, comma 143, della legge n. 662/1996, con cui sono state elevate le misure del concorso al finanziamento del Servizio sanitario nazionale, da parte delle regioni Sicilia e Sardegna, previste dall'art. 34, comma 3, della legge 23 dicembre 1994, n. 724, come modificate dall'art. 2, comma 3, della legge 28 dicembre 1995, n. 549; Visto l'art. 32, comma 16, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, il quale dispone, tra l'altro, che le province autonome di Trento e di Bolzano, la regione Valle d'Aosta e la regione Friuli Venezia Giulia provvedano al finanziamento del Servizio sanitario nazionale nei rispettivi territori, ai sensi dell'art. 34, comma 3, della legge 23 dicembre 1994, n. 724, e dell'art. 1, comma 144, della citata legge n. 662/1996, senza alcun onere a carico del bilancio dello Stato; Visto l'art. 39, comma 1, del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, che prevede che questo Comitato, su proposta del Ministro della sanita', d'intesa con la Conferenza Stato-regioni, deliberi annualmente l'assegnazione delle quote del Fondo sanitario nazionale - parte corrente, a titolo di acconto, in favore delle regioni e delle province autonome; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23 maggio 2003 (Gazzetta Ufficiale n. 139/2003) con cui e' stato approvato il Piano sanitario nazionale per il triennio 2003-2005; Vista la propria delibera 29 settembre 2004, n. 26 (Gazzetta Ufficiale n. 264/2004) concernente «la ripartizione della quota di parte corrente 2004 del Servizio sanitario nazionale» con la quale, tra l'altro, e' stata accantonata la somma di 1.155.128.000 euro per programmi speciali previsti dal Piano sanitario nazionale, secondo la legge n. 662/1996; Visto l'accordo Stato-regioni del 24 luglio 2003, n. 1812, che per l'attuazione del Piano sanitario nazionale 2003-2005, individua cinque linee prioritarie di attivita' (Sviluppo della politica dei livelli essenziali di assistenza, cure primarie, rete integrata dei servizi sanitari e sociali per la non autosufficienza, centri di eccellenza, comunicazione istituzionale), costituenti gli obiettivi prioritari di cui al citato art. 1, comma 34, legge n. 662/1996; Visto l'accordo sancito nella seduta del 29 luglio 2004, n. 2074, dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano tra il Ministro della salute e le regioni riguardante gli indirizzi progettuali per le regioni per l'anno 2004, nonche' l'elaborazione di specifici progetti nell'ambito delle cinque linee prioritarie sopra-citate, ai fini dell'assegnazione delle quote vincolate ai sensi dell'art. 1, comma 34, della legge n. 662/1996; Vista l'intesa del 29 luglio 2004, n. 2072, della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, con la quale per l'anno 2004 si individuano le risorse da assegnare alle regioni e province autonome per la realizzazione degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale previsti dal Piano sanitario nazionale 2003-2005, definiti con l'accordo Stato-regioni del 24 luglio 2003; Considerato che nella suddetta intesa si evidenzia che le risorse disponibili sono pari a 1.155.128.000 euro per gli obiettivi di Piano, da cui e' riservata la somma di 36.152.000 euro per il finanziamento del fondo per l'esclusivita' del rapporto dei dirigenti del ruolo sanitario, secondo quanto disposto dall'art. 28, comma 8 della legge n. 488/1999 e la somma di 10.000.000 di euro per la realizzazione di un'iniziativa progettuale condivisa dalle regioni; Vista la proposta del Ministro della salute del 19 aprile 2005, n. 101/27, con la quale si richiamano, per l'assegnazione delle quote vincolate agli obiettivi del Piano sanitario nazionale 2003-2005, gli accordi precedenti del 24 luglio 2003 e del 29 luglio 2004 della Conferenza Stato-regioni sopra-citati e si propone di accantonare 10.000.000 di euro per il «Progetto mattoni del Servizio sanitario nazionale»; Delibera: A valere sulle risorse stanziate per il Fondo sanitario nazionale 2004, parte corrente, e' assegnata alle regioni la somma di 1.108.976.000 euro per il perseguimento degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale. Gli importi sono ripartiti come da allegata tabella che fa parte integrante della presente deliberazione. Roma, 27 maggio 2005 Il presidente delegato Siniscalco Il segretario del CIPE Baldassarri Registrato alla Corte dei conti il 2 novembre 2005 Ufficio di controllo atti Ministeri economico-finanziari, registro n. 5 Economia e finanze, foglio n. 309
Articoli:
Torna su