vai al Contenuto

Portale Norme & Concorsi Salute

Numero Atti:61495
Ultima Gazzetta Ufficiale del: 18 aprile 2019 Ultima Modifica: 19 aprile 2019
servizio rss

Dettaglio atto

Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali

Decreto 30 giugno 2009

Concessione di contributi alle associazioni di volontariato ed Onlus per l'acquisto di ambulanze, beni strumentali e beni da donare a strutture sanitarie pubbliche, in materia di attivita' di utilita' sociale, ai sensi dell'articolo 96 della legge 21 novembre 2000, n. 342, e del D.M. attuativo 28 agosto 2001, n. 388, per l'annualita' 2008. (09A10340)

(G.U. Serie Generale , n. 210 del 10 settembre 2009)

							 
IL DIRETTORE GENERALE per il Volontariato, l'Associazionismo e le Formazioni Sociali Vista la legge 3 aprile 1997, n. 94, concernente modifiche alla legge 5 agosto 1978, n. 468, e successive modificazioni ed integrazioni, recante norme di contabilita' generale dello Stato in materia di Bilancio; Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 30 marzo 2007 «Ricognizione delle strutture e delle risorse dei Ministeri del lavoro e della previdenza sociale e della solidarieta' sociale», che individua le strutture dirigenziali trasferite al Ministero della solidarieta' sociale, e registrato presso la Corte dei conti in data 7 maggio 2007, reg. n. 4, foglio n. 386, e pubblicato nella G.U. n. 125 del 31 maggio 2007; Visto il decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85, recante «Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell'art. 1, commi 376 e 377, della legge n. 244» e in particolare l'art. 1, nel quale si istituisce il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali (comma 1), si trasferiscono ad esso le funzioni gia' attribuite al Ministero della solidarieta' sociale (comma 4) e si precisa che, nelle more dell'adozione del regolamento di organizzazione degli uffici funzionali dei Ministeri per i quali sono previsti accorpamenti, si applicano transitoriamente i provvedimenti organizzativi vigenti (comma 20); Vista la legge 22 dicembre 2008 n. 203 recante disposizioni per la formazione del Bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2009); Vista la legge 22 dicembre 2008, n. 204, concernente «Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2009 e bilancio pluriennale per il triennio 2009-2011»; Visto il decreto 30 dicembre 2008 con il quale il Ministero dell'economia e delle finanze ha provveduto alla ripartizione in capitoli delle Unita' previsionali di base relative al bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2009, ed in particolare la tabella 4; Visto il decreto ministeriale 23 febbraio 2009, di assegnazione delle risorse ai centri di responsabilita' amministrativa, annotato nelle scritture contabili dell'Ufficio Centrale di Bilancio con presa d'atto n. 121 del 28 gennaio 2009, con il quale il Ministro del lavoro della salute e delle politiche sociali ha assegnato le risorse umane, nonche' finanziarie, agli Uffici dirigenziali di livello generale del Ministero; Vista la legge 6 agosto 2008, n. 133 «Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitivita', la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria, pubblicata sulla G.U. n. 195 del 21 agosto 2008; Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 maggio 2009 di conferimento dell'incarico dirigenziale di livello generale della Direzione Generale per il Volontariato, l'Associazionismo e le Formazioni Sociali alla dott.ssa Marina Gerini, registrato alla Corte dei conti il 7 luglio 2009, reg. 5, foglio 222; Vistala legge 11 agosto 1991 n. 266 «legge quadro sul volontariato»; Visto l'art. 96 della legge 21 novembre 2000, n. 342 contenente, tra l'altro, interventi a sostegno del volontariato; Visto il decreto ministeriale n. 388 del 28 agosto 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 26 ottobre 2001 - Serie generale - n. 250 attuativo dell'art. 96 della legge n. 342/2000, con il quale il Ministro del lavoro e delle politiche sociali stabilisce i criteri e le modalita' per la concessione dei contributi, in materia di attivita' di utilita' sociale, in favore di associazioni di volontariato e di organizzazioni non lucrative di utilita' sociale; Visto l'art. 20 della legge 24 novembre 2003 n. 326 che prevede «agevolazioni fiscali a favore delle associazioni di volontariato e delle Onlus»; Visto il decreto direttoriale del 18 dicembre 2008, registrato dall'U.C.B. in data 18 gennaio 2009 n. 2231, clausola n. 1, con il quale e' stata impegnata la somma di euro 7.595.769,00 per l'anno finanziario 2008, a favore delle associazioni di volontariato ed Onlus, secondo le disposizioni di cui al D.M. attuativo n. 388 del 2001; Visto l'art. 4, comma 1, lettera b), del citato D.M. attuativo n. 388 del 2001, il quale prevede che le risorse finanziarie annualmente destinate all'attivita' istituzionale delle associazioni di volontariato e delle Onlus sono ripartite per gli esercizi 2001 e successivi nella misura dell'80% per l'acquisto di autoambulanze, nella misura del 15% per l'acquisto di beni strumentali e nella restante misura del 5% per l'acquisto di beni da donare a strutture sanitarie pubbliche; Visto l'art. 1, comma 2, del citato D.M. attuativo n. 388 del 2001, il quale prevede che il contributo puo' costituire una percentuale del prezzo di acquisto del bene, determinata sulla base delle domande pervenute e ritenute ammissibili; Visto l'art. 1, comma 3, del citato D.M. attuativo n. 388 del 2001, il quale prevede che la quota del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali, spettante alle associazioni delle Province Autonome di Trento e Bolzano e ripartita secondo i criteri stabiliti dal Ministro del lavoro e delle politiche sociali, venga attribuita direttamente alle predette Province, che provvedono all'erogazione dei contributi in favore dei beneficiari; Considerato che, conseguentemente, l'importo complessivo dei contributi da erogare alle associazioni di volontariato ed Onlus per l'esercizio finanziario 2008, e' pari ad euro 7.595.769,00, ed e' distribuito come di seguito: euro 6.076.615,20 alle organizzazioni per l'acquisto di ambulanze; euro 1.139.365,35 alle organizzazioni per l'acquisto di beni strumentali; euro 379.788,45 alle organizzazioni per l'acquisto di beni da donare a strutture sanitarie pubbliche; Accertato che sono state dichiarate ammissibili complessivamente per l'anno 2008 richieste di contributo pari ad euro 30.055.599,63; Accertato che, sulla base delle domande di contributo dichiarate ammissibili, i competenti Uffici della Direzione Generale per il Volontariato, l'Associazionismo e le Formazioni Sociali hanno provveduto a determinare le percentuali del prezzo dei beni acquistati ammessi al contributo nella misura del 61,6182214% per le ambulanze, nella misura del 6,01058564% per i beni strumentali e del 30,67999205% per i beni donati a strutture sanitarie pubbliche; Visto l'art. 7 del citato D.M. attuativo n. 388 del 2001, il quale prevede che la comunicazione dell'esito dell'esame delle domande venga data con decreto del Capo del Dipartimento delle politiche sociali e previdenziali contenente l'elenco delle domande accolte con l'indicazione del contributo concesso; Visto il decreto legislativo 11 agosto 2003, n. 241, che modifica la struttura organizzativa del Ministero, eliminando la suddivisione in Dipartimenti ed individuando come strutture di primo livello del Ministero direttamente le Direzioni Generali; Decreta: Art. 1. Per quanto citato in premessa, sono attribuite e autorizzate le quote di contributo per l'annualita' 2008, in favore delle associazioni di volontariato ed Onlus che hanno presentato le richieste per gli acquisti di ambulanze, beni strumentali e beni da donare a strutture sanitarie pubbliche e ritenute ammissibili ai sensi del D.M. attuativo 28 agosto 2001, n. 388, cosi' come di seguito distribuite: € 6.076.615,20 per acquisti o acquisizioni di ambulanze; € 1.139.365,35 per acquisti o acquisizioni di beni strumentali; € 379.788,45 per acquisti di beni donati a strutture sanitarie pubbliche. Gli importi dei contributi concessi alle associazioni beneficiarie e distinti per le tre categorie di beni, sono riportati negli elenchi inseriti nelle tabelle dell'Allegato 1 che costituisce parte integrante del presente decreto.
Articoli:
Torna su