vai al Contenuto

Portale Norme & Concorsi Salute

Numero Atti:61927
Ultima Gazzetta Ufficiale del: 22 giugno 2019 Ultima Modifica: 25 giugno 2019
servizio rss

Dettaglio atto

Testo aggiornato del decreto legislativo 30 aprile 1992 , n. 285

Testo aggiornato del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, recante il nuovo codice della strada.

(G.U. Serie Generale , n. 67 del 22 marzo 1994)

							 
Art. 100 (a). Targhe di immatricolazione degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei rimorchi 1. Gli autoveicoli devono essere muniti, anteriormente e posteriormente, di una targa contenente i dati di immatricolazione. 2. I motoveicoli devono essere muniti posteriormente di una targa contenente i dati di immatricolazione. 3. I rimorchi devono essere muniti di una targa posteriore contenente i dati di immatricolazione. 4. I rimorchi e i carrelli appendice, quando sono agganciati ad una motrice, devono essere muniti posteriormente di una targa ripetitrice dei dati di immatricolazione della motrice stessa. 5. Le targhe indicate ai commi 1, 2, 3 e 4 devono avere caratteristiche rifrangenti. 6. I veicoli in circolazione di prova devono essere muniti posteriormente di una targa che e' trasferibile da veicolo a veicolo; nel caso di autotreni o autoarticolati la targa deve essere applicata posteriormente al veicolo rimorchiato. (( 7. Nel regolamento sono stabiliti i criteri di definizione )) (( delle targhe di immatricolazione, ripetitrici, di prova e di )) (( riconoscimento. )) (( 8. Nel regolamento e' stabilito il marchio ufficiale che le )) (( targhe di ogni tipo, con esclusione di quelle ripetitrici )) (( devono portare. )) )) 9. Il regolamento stabilisce per le targhe di cui al presente articolo: a) i criteri per la formazione dei dati di immatricolazione; b) la collocazione e le modalita' di installazione; c) le caratteristiche costruttive, dimensionali, fotometriche, cromatiche e di leggibilita', nonche' i requisiti di idoneita' per l'accettazione. 10. Sugli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi e' vietato apporre iscrizioni, distintivi o sigle che possano creare equivoco nella identificazione del veicolo. 11. Chiunque viola le disposizioni (( dei commi 1, 2, 3 e 4 )) e' soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da lire centomila a lire quattrocentomila. 12. Chiunque circola con un veicolo munito di targa non propria o contraffatta e' punito con l'arresto da tre a nove mesi e con l'ammenda da lire cinquecentomila a lire duemilioni. 13. Chiunque viola le disposizioni (( dei commi 5, 6 e 10 )) e' soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da lire trentamila a lire centoventimila. 14. Chiunque falsifica, manomette o altera targhe automobilistiche ovvero usa targhe manomesse, falsificate o alterate e' punito ai sensi del codice penale. 15. Dalle violazioni di cui ai commi precedenti deriva la sanzione amministrativa accessoria del ritiro della targa non rispondente ai requisiti indicati. Dalla violazione di cui al (( comma 12 )) deriva la sanzione accessoria della confisca del veicolo, secondo le norme di cui al capo I, sezione II, del titolo VI.
Articoli:
Torna su