vai al Contenuto

Portale Norme & Concorsi Salute

Numero Atti:54653
Ultima Gazzetta Ufficiale del: 01 dicembre 2016 Ultima Modifica: 02 dicembre 2016
servizio rss

Dettaglio atto

Ministero della Salute

Decreto 16 settembre 2010

Proroga della sospensione cautelativa dell'autorizzazione di impiego, per la concia di sementi, dei prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil, di cui al decreto dirigenziale 14 settembre 2009. (10A11316)

(G.U. Serie Generale , n. 219 del 18 settembre 2010)

							 
IL DIRETTORE GENERALE della sicurezza degli alimenti e della nutrizione Visto l'art. 6 della legge 30 aprile 1962, n. 283, e successive modificazioni; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, che detta norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; Vista la legge 13 novembre 2009, n. 172, concernente l'istituzione del Ministero della Salute e l'incremento del numero complessivo dei Sottosegretari di Stato; Visto il decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, concernente l'attuazione della direttiva 91/414/CEE in materia d'immissione in commercio di prodotti fitosanitari; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23 aprile 2001, n. 290, concernente il regolamento di semplificazione dei procedimenti di autorizzazione alla produzione, all'immissione in commercio e alla vendita di prodotti fitosanitari e relativi coadiuvanti e, in particolare, l'art. 13, comma 1, che prevede il riesame dei prodotti fitosanitari alla luce di nuove conoscenze, nonche' l'eventuale sospensione cautelativa delle autorizzazioni per il periodo necessario al completamento del riesame stesso; Considerato che le sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil sono iscritte nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, che riporta l'elenco delle sostanze attive autorizzate ad essere contenute nei prodotti fitosanitari; Visto il regolamento (CE) 178/2002, del Parlamento europeo e del Consiglio, che stabilisce i principi ed i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l'Autorita' europea per la sicurezza alimentare e fissa le procedure nel campo della sicurezza alimentare, ed in particolare l'art. 7, che stabilisce il principio di precauzione; Visto il decreto dirigenziale 17 settembre 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 20 settembre 2008, relativo alla «Sospensione cautelativa dell'autorizzazione di impiego per la concia di sementi dei prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil, ai sensi dell' art. 13, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 23 aprile 2001, n. 290»; Viste le ordinanze del TAR Lazio, sez. III quater, del 19 novembre 2008, n. 5368/08, n. 5396/08 e n. 5397/08, con le quali venivano respinte le domande cautelari per l'annullamento, previa sospensione dell'esecuzione, del sopra citato decreto dirigenziale 17 settembre 2008, presentate dalle imprese titolari dei prodotti fitosanitari oggetto del decreto dirigenziale medesimo; Viste le ordinanze del Consiglio di Stato n. 6826/08, n. 6827/08 e n. 6849/08 del 19 dicembre 2008 che, accolgono in parte, l'appello proposto dalle imprese interessate nei confronti delle suddette ordinanze del TAR del Lazio, con le quali viene ordinato all'amministrazione competente di fissare un congruo termine temporale di scadenza della sospensione cautelativa dell'autorizzazione di impiego per la concia di sementi dei prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil, disposta dal decreto dirigenziale 17 settembre 2008; Visto il decreto dirigenziale 26 gennaio 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 7 febbraio 2009, in ottemperanza a quanto disposto dalla succitata ordinanza, di «fissazione del limite temporale relativo alla sospensione cautelativa dell'autorizzazione di impiego per la concia di sementi dei prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil ai sensi dell' art. 13, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 23 aprile 2001, n. 290 di cui al decreto dirigenziale del 17 settembre 2008»; Visto il decreto dirigenziale 14 settembre 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 20 settembre 2009, relativo alla «Proroga della sospensione cautelativa dell'autorizzazione di impiego per la concia di sementi dei prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil, ai sensi dell'art. 13, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 23 aprile 2001, n. 290»; Vista la direttiva 2010/21/UE della Commissione del 12 marzo 2010 che modifica l'allegato I della direttiva 91/414/CEE per quanto riguarda le disposizioni specifiche relative alle sostanze attive clothianidin, thiametoxam, imidacloprid e fipronil; Considerato, in particolare, che la direttiva 2010/21/UE impone agli Stati membri di definire ulteriori disposizioni, comprese misure adeguate di attenuazione dei rischi per gli organismi non bersaglio, con particolare riferimento alle api da miele; Considerato che l'attuazione delle misure previste dalla richiamata direttiva da parte degli Stati membri comporta la verifica della reale fattibilita' della messa in opera di tali disposizioni, con particolare riguardo alle modalita' di preparazione delle sementi e alle attrezzature impiegate per la semina, al fine di garantire un elevato grado di incorporazione del seme nel suolo e ridurre al minimo le perdite e il rilascio di polveri; Considerato che nel corso della riunione del 14 luglio 2010 della Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari, e' stata data informazione, in via preliminare, sui risultati ottenuti nell'ambito del progetto APENET per la tematica «Effetti del mais conciato sulle api», coordinato dal Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura (CRA), nell'anno 2010; Considerato che la stessa Commissione consultiva per i prodotti fitosanitari nella riunione medesima, ha ritenuto incompleti i dati presentati e che, quindi, si rende necessario completare la sperimentazione al fine di poter esprimere, solo dopo la presentazione all'Amministrazione della relazione conclusiva, comprendente una dettagliata descrizione dei protocolli sperimentali adottati, un parere definitivo; Vista la relazione, trasmessa dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, con nota prot. n. 0007834 del 2 settembre 2010, sull'attivita' svolta e sui risultati ottenuti nell'ambito del progetto APENET per la tematica «Effetti del mais conciato sulle api», coordinato dal Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura (CRA), nell'anno 2010; Considerato che la suddetta nota del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali sottolinea che la rete di monitoraggio, attivata su tutto il territorio nazionale e prevista nell'ambito del progetto APENET, non ha rilevato, nella sostanza, eventi di mortalita' anomala delle api in aree maidicole nella primavera 2010; Considerato che emerge una situazione invariata rispetto a quella evidenziata dalla sperimentazione effettuata nel corso dell'anno precedente, in quanto i dati di tale relazione confermano i risultati riportati nella precedente relazione, trasmessa dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali con nota prot. n. 0020356 del 7 settembre 2009, sull'attivita' svolta e sui primi risultati ottenuti nell'ambito del progetto APENET per la tematica «Effetti del mais conciato sulle api», relativa all'anno 2009; Considerato, inoltre, che nella nota prot. n. 0007834 del 2 settembre 2010 del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, con cui e' stata trasmessa la suddetta relazione viene sottolineato che lo studio degli effetti sub-letali delle sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil sulle api, in particolare per quanto concerne l'apprendimento, la memoria olfattiva e l'orientamento spaziale delle api ha evidenziato gli effetti negativi sulle api gia' a basse concentrazioni di principi attivi contenute nelle polveri rilasciate dalle macchine durante la semina; Considerato che nella suddetta nota del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali viene precisato che la sperimentazione, sebbene abbia confermato i progressi ottenuti grazie alle nuove tecniche di concia delle sementi, non e' ancora conclusa per quanto riguarda i dispositivi di abbattimento delle polveri sulle macchine seminatrici; Considerato che per tale motivo e' stato richiesto, da parte del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, al Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura (CRA), che coordina il progetto APENET, di potenziare l'attivita' volta alla messa a punto di nuovi e piu' efficaci prototipi di deflettore da utilizzare nelle macchine seminatrici; Considerato, inoltre, che nella medesima nota, prot. n. 0007834 del 2 settembre 2010 del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e' emersa chiaramente l'esigenza di sviluppare ulteriori sperimentazioni in campo su scala maggiore di quella finora utilizzata e che risulta evidente che la risoluzione della problematica debba essere ricercata in un ulteriore abbattimento delle polveri emesse, raggiungibile con una concia adeguata delle sementi e con l'utilizzo di macchine seminatrici opportunamente modificate; Tenuto conto che il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, con successiva nota prot. n. 0008073 del 9 settembre 2010 ha, pertanto, proposto un'ulteriore sospensiva dell'impiego delle sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil nella concia delle sementi di mais, al fine di ultimare le sperimentazioni in atto, che verranno concluse, come specificato nella nota medesima, entro l'estate 2011 e di predisporre, di conseguenza, delle linee guida specifiche riguardo alle attrezzature da utilizzare per la semina delle sementi conciate ed alle relative modalita' d'uso; Tenuto conto che il Ministero dello sviluppo economico, con nota prot. n. 0019970 del 14 settembre 2010 ha ritenuto condivisibile l'opportunita' di un'ulteriore sospensiva dell'impiego delle sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil nella concia delle sementi di mais, al fine di ultimare le sperimentazioni in atto; Tenuto conto che il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, con nota prot. n. 0029953 del 15 settembre 2010, ha proposto un'ulteriore sospensiva dell'impiego, fino al 30 giugno 2011, delle sostanze attive clothianidin, thiamethoxam, imidacloprid e fipronil nella concia delle sementi di mais, al fine di ultimare le sperimentazioni in atto; Vista, inoltre, che con la medesima nota il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, informa di aver, affidato all'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA) la conduzione di un'indagine tecnico-conoscitiva sul fenomeno di moria delle api in ambienti naturali o semi-naturali ed in terreni agricoli che ricadono all'interno delle aree naturali protette, finalizzata a completare il quadro conoscitivo del progetto di ricerca APENET; Tenuto conto che in detto studio e' prevista l'effettuazione di analisi e valutazioni, con criteri qualitativi e quantitativi, dei principali patogeni ed inquinanti ambientali, incluso l'uso di neonicotinoidi nelle attivita' agricole e che la conclusione dell'attivita' sperimentale di tale studio e' attesa per il mese di marzo 2011; Ritenuto, pertanto, al fine di ultimare le sperimentazioni in atto, i cui dati non potranno essere acquisiti e valutati antecedentemente alla fine del primo semestre dell'anno 2011, e di poter, successivamente, elaborare, alla luce delle ulteriori conoscenze acquisite, le disposizioni tecniche specifiche necessarie per la piena attuazione delle misure disposte dalla direttiva 2010/21/UE, di dover procedere in via precauzionale alla proroga della sospensione di cui al decreto dirigenziale 14 settembre 2009; Considerato che, alla luce della citata nota del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, prot. n. 0008073 del 9 settembre 2010 e del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, prot. n. 0029953 del 15 settembre 2010 e tenuto, altresi', conto delle esigenze delle imprese del settore dei prodotti fitosanitari, si ritiene di dover stabilire, quale termine finale della sospensione, la data del 30 giugno 2011, al fine di consentire a dette imprese, nell'ipotesi di esito favorevole delle sopra citate sperimentazioni, l'approntamento delle attivita' finalizzate all'utilizzo dei prodotti fitosanitari per la concia delle sementi per la campagna di semina 2011/2012; Decreta: Art. 1 1. Il termine fissato all'art. 1, comma 1, del decreto dirigenziale del 14 settembre 2009, e' prorogato al 30 giugno 2011. Il presente decreto verra' notificato alle imprese titolari delle autorizzazioni dei prodotti fitosanitari in questione ed entra in vigore il giorno stesso della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Roma, 16 settembre 2010 Il direttore generale: Borrello
Torna su