vai al Contenuto

Portale Norme & Concorsi Salute

Numero Atti:62500
Ultima Gazzetta Ufficiale del: 16 settembre 2019 Ultima Modifica: 17 settembre 2019
servizio rss

Dettaglio atto

Regione Veneto

Legge regionale 05 agosto 2010 , n. 21

Norme per la riorganizzazione del servizio ispettivo e di vigilanza per il sistema socio-sanitario veneto.

(G.U. 3° Serie Speciale - Regioni , n. 14 del 09 aprile 2011)

							 
Art. 4 Modalita' di esercizio dell'attivita' ispettiva e di vigilanza 1. Nell'espletamento dei compiti e allo scopo di assicurare l'esercizio delle proprie funzioni la struttura ispettiva puo': a) richiedere a tutte le strutture e agli enti regionali le informazioni e la documentazione necessaria allo svolgimento dell'attivita' ispettiva e di vigilanza da fornirsi con sollecitudine; b) accedere direttamente ai dati del sistema informativo socio-sanitario regionale; c) avvalersi, a seguito di specifica richiesta, della collaborazione di personale in servizio presso i soggetti di cui all'articolo 1, comma 1, che non siano direttamente coinvolti nell'attivita' di ispezione e di vigilanza, ovvero dell'Agenzia regionale socio sanitaria di cui alla legge regionale 29 novembre 2001, n. 32 «Agenzia regionale socio sanitaria» e successive modificazioni. 2. La struttura ispettiva puo' invitare i collegi sindacali e dei revisori dei soggetti di cui all'art. 1, comma 1, a fornire eventuali chiarimenti in merito all'attivita' di controllo esercitata e a mettere in atto verifiche e approfondimenti. 3. I soggetti di cui all'art. 1, comma 1, hanno l'obbligo di fornire, entro i termini indicati dalla struttura ispettiva, la documentazione richiesta e di consentire l'accesso alle proprie sedi e ai locali destinati all'esercizio della attivita'. 4. Per il conseguimento delle finalita' previste dalla presente legge deve essere assicurata alla struttura ispettiva la piu' ampia collaborazione da parte di tutti i soggetti richiesti.
Articoli:
Torna su