vai al Contenuto

Portale Norme & Concorsi Salute

Numero Atti:61513
Ultima Gazzetta Ufficiale del: 18 aprile 2019 Ultima Modifica: 26 aprile 2019
servizio rss

Dettaglio atto

Ministero della Salute

Decreto 05 marzo 2012

Approvazione del programma di attivita' del Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie - CCM, per l'anno 2012. (12A07350)

(G.U. Serie Generale , n. 157 del 07 luglio 2012)

							 
IL MINISTRO DELLA SALUTE Vista la legge 13 novembre 2009, n. 172, recante: «Istituzione del Ministero della salute e incremento del numero complessivo dei Sottosegretari di Stato»; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 marzo 2011, n. 108, recante «Regolamento di organizzazione del Ministero della salute», ed in particolare l'art. 3, comma 2; Visto il decreto-legge 29 marzo 2004, n. 81, recante: «Interventi urgenti per fronteggiare situazioni di pericolo per la salute pubblica», convertito, con modificazioni, dalla legge 26 maggio 2004, n. 138, ed in particolare l'art. 1, comma 1, lettera a), che istituisce presso il Ministero della salute il Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie, di seguito CCM; Visto il decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, recante: «Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica nonche' interventi in materia di entrate e di contrasto all'evasione fiscale», convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248 ed in particolare l'art. 29, concernente il contenimento della spesa per organi collegiali cd altri organismi anche monocratici, operanti nelle amministrazioni pubbliche, tramite anche il riordino, la soppressione o l'accorpamento di detti organismi; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2007, n. 86, recante: «Regolamento per il riordino degli organismi operanti presso il Ministero della salute. a norma dell'art. 29 del decreto-legge 4 luglio 2006, n 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248», ed in particolare gli articoli 1, comma 1, lettera p) e 9, comma 1, in base ai quali il CCM e' stato confermato, per la durata di tre anni, ovvero fino al 21 luglio 2010; Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 ottobre 2010 con il quale il CCM e' stato prorogato per ulteriori due anni a decorrere dalla data di scadenza prevista dal gia' citato decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2007, n. 86; Visto il decreto del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali 18 settembre 2008, recante: «Ulteriori modifiche al decreto del Ministro della salute 1° luglio 2004 recante "Disciplina dell'organizzazione e del funzionamento del Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie (CCM)''», e successive modificazioni ed integrazioni, con il quale si e' provveduto ad una revisione della disciplina sull'organizzazione, sui compiti e sull'attivita' del CCM; Visto il decreto del Ministro della salute 30 dicembre 2010 con il quale e' stato ricostituito il Comitato scientifico permanente del CCM, di cui all'art. 9, comma 1, lettera a) del sopra citato decreto 18 settembre 2008; Visto il decreto del Ministro della salute 4 marzo 2011, e successive modifiche ed integrazioni, con il quale e' stato ricostituito il Comitato strategico del CCM di cui all'art. 9, comma 1, lettera b) del sopra citato decreto 18 settembre 2008; Visti agli articoli 9, comma 3, lettera c), e 12 del medesimo decreto 18 settembre 2008 on ordine a del ruolo e dei compiti del direttore operativo del CCM; Vista la legge 12 novembre 2011, n. 183, recante: «Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato». (Legge di stabilita' 2012); Vista la legge 12 novembre 2011, n. 184, recante: «Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2012 e bilancio pluriennale per il triennio 2012-2014»; Visto il decreto del Ministro della salute 19 gennaio 2012, concernente la direttiva generale per l'attivita' amministrativa e la gestione che definisce, per l'anno 2012, le priorita' politiche, gli obiettivi ed i risultati attesi dall'azione del Ministero, in coerenza con il programma di governo; Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 recante: «Riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59» ed in particolare l'art. 5, comma 3, concernente i compiti del capo dipartimento; Visti gli artt. 16 e 17 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, concernenti rispettivamente le funzioni dei dirigenti di uffici dirigenziali generali e dei dirigenti, ed in particolare l'esercizio dei poteri di spesa degli stessi nelle materie rientranti nella competenza della propria Direzione generale o dell'ufficio di livello dirigenziale non generale; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2012, in corso di registrazione, con il quale e stato conferito al dott. Fabrizio Oleari l'incarico di capo del Dipartimento della sanita' pubblica e dell'innovazione del Ministero della salute; Visto il decreto del Ministro del 14 febbraio 2012, con il quale sono stati confermati integralmente gli obiettivi gia' assegnati al dott. Fabrizio Oleari di cui all'art. 2, comma 4, del decreto del Ministro della salute del 29 luglio 2011; Preso atto dell'attuale vacanza del posto di funzione di direttore generale della prevenzione, afferente al Dipartimento della sanita' pubblica e dell'innovazione; Visto che nello stato di previsione della spesa del Ministero della salute per l'anno 2012 il capitolo di bilancio n. 4393 denominato «Spese per l'attivita' e il funzionamento, ivi comprese le spese di personale, del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie, nonche' per la stipula di apposite convenzioni con l'Istituto superiore di sanita', con l'Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro (ISPESL), con gli istituti zooprofilattici sperimentali, con le universita', con gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico e con altre strutture di assistenza e di ricerca pubbliche e private, nonche' con gli organi della sanita' militare», riporta uno stanziamento in termini di competenza e' cassa di € 20.467.415,00; Dato atto che il CCM opera in base ad un programma annuale di attivita'; Dato atto che in data 16 gennaio 2012 il Comitato scientifico permanente ha espresso parere favorevole sulla proposta di programma per il 2012 di attivita' del CCM predisposta dal direttore operativo del CCM, ai sensi dell'art. 11, comma 2, lettera a) del decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali del 18 settembre 2008; Dato atto che il Comitato strategico ha adottato, in dota 1° febbraio 2012, il programma per il 2012 di attivita' del CCM unitamente al piano finanziario, ai sensi dell'art. 10, comma 5, lettera h) del predetto decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali del 18 settembre 2008; Ritenuto pertanto necessario approvare il programma annuale di attivita' del CCM; Decreta: Art. 1 1. E' approvato il programma di attivita' del Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie - CCM per l'anno 2012, di cui all'«Allegato A» al presente decreto, per un onere finanziario complessivo di euro 20.467.415,00 che gravera' sul capitolo 4393 per l'esercizio finanziario 2012. 2. Spetta al direttore operativo del CCM dare attuazione al programma, secondo le modalita' indicate nel predetto allegato A e con l'osservanza delle procedure previste dalle vigenti disposizioni in materia. Il presente decreto e' trasmesso all'Ufficio centrale del bilancio presso il Ministero della salute ed alla Corte dei conti per i controlli di rispettiva competenza e verra' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Roma, 5 marzo 2012 Il Ministro: Balduzzi Registrato alla Corte dei conti il 4 maggio 2012 Ufficio di controllo sugli atti del MIUR, MIBAC, Min.Salute e Min.Lavoro, registro n. 6, foglio n. 73
Articoli:
Torna su