vai al Contenuto

Portale Norme & Concorsi Salute

Numero Atti:53660
Ultima Gazzetta Ufficiale del: 23 giugno 2016 Ultima Modifica: 27 giugno 2016
servizio rss

Dettaglio atto

Ministero della Salute

Decreto 06 luglio 2015

Predisposizione del logo identificativo nazionale per la vendita online dei medicinali. (16A00474)

(G.U. Serie Generale , n. 19 del 25 gennaio 2016)

 
 
 
                        IL DIRETTORE GENERALE 
                       dei dispositivi medici 
                     e del servizio farmaceutico 
 
  Visto il decreto  legislativo  24  aprile  2006,  n.  219,  recante
"Attuazione della direttiva 2001/83/CE  (e  successive  direttive  di
modifica) relativa a un codice comunitario concernente  i  medicinali
per uso umano,  nonche'  della  direttiva  2003/94/CE"  e  successive
modificazioni, e, in particolare, l'art.  112-quater  concernente  la
vendita on line da parte di farmacie e esercizi commerciali di cui al
decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito,  con  modificazioni,
dalla legge 4 agosto 2006, n. 248; 
  Visto, in particolare, il comma 6 del predetto art. 122-quater  che
stabilisce che in conformita' alle direttive e  alle  raccomandazioni
dell'Unione europea, il Ministero della  salute  predispone  un  logo
identificativo nazionale conforme alle indicazioni  definite  per  il
logo comune, che sia riconoscibile in tutta l'Unione, che identifichi
ogni farmacia o esercizio commerciale che metta in vendita medicinali
al pubblico a distanza; 
  Visto  il  regolamento  di  esecuzione  (UE)  n.   699/2014   della
Commissione, del 24 giugno 2014, relativo al disegno del logo  comune
per individuare le persone  che  mettono  in  vendita  medicinali  al
pubblico  a  distanza  e  ai   requisiti   tecnici,   elettronici   e
crittografici per la verifica della sua autenticita' la  cui  entrata
in vigore e' prevista alla data del 1° luglio 2015; 
  Visto il contratto di licenza per l'utilizzo del marchio  combinato
sottoscritto  dal  direttore  generale  dei  dispositivi  medici  del
servizio farmaceutico in  data  10  febbraio  2015  e  dal  direttore
generale per la salute e la sicurezza  alimentare  della  Commissione
europea, in rappresentanza dell'Unione europea, in data 4 marzo 2015; 
  Preso atto che il disegno del logo comune succitato e'  un  marchio
registrato (TradeMark) con il numero 1162865; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
  1. Il disegno del logo identificativo nazionale di cui al comma  6,
dell'art. 112-quater, del decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 219,
che identifica la  farmacia  o  l'esercizio  commerciale  di  cui  al
decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito,  con  modificazioni,
dalla legge 4 agosto  2006,  n.  248,  autorizzati  alla  vendita  di
medicinali al pubblico a distanza, di  seguito,  logo  identificativo
nazionale, e' conforme al marchio combinato (Composite Mark)  di  cui
all'allegato al presente decreto. 
  2. Il Ministero assegna un'unica copia digitale, non  trasferibile,
del logo di cui al comma 1, nonche' il collegamento  ipertestuale  di
cui alla lettera  c),  comma  5,  dell'art.  112-quater  del  decreto
legislativo 24 aprile 2006, n. 219, a ciascuna farmacia  o  esercizio
commerciale autorizzati, dalla regione  o  dalla  provincia  autonoma
ovvero  dalle   altre   autorita'   competenti,   individuate   dalla
legislazione delle regioni  o  delle  province  autonome,  a  fornire
medicinali a distanza al pubblico, previa istanza  formulata  secondo
la procedura pubblicata sul portale del Ministero della salute. 
  3. Il logo identificativo nazionale di cui al comma  1,  contenente
il  collegamento  ipertestuale  succitato,  deve  essere  chiaramente
visibile su ciascuna pagina del sito web dedicata  alla  vendita  dei
medicinali senza obbligo di prescrizione della farmacia  o  esercizio
commerciale autorizzati. 
  4. L'utilizzo del logo  identificativo  nazionale,  non  conferisce
nessun  diritto  di  proprieta'  intellettuale  o  altri  diritti  di
proprieta' sullo stesso e sul logo comune di cui  al  regolamento  di
esecuzione (UE) n. 699/2014 della Commissione, del 24 giugno 2014, di
seguito, logo comune. 
                               Art. 2 
 
  1. Nessuno puo' utilizzare il logo di cui all'art. 1, al  di  fuori
dei soggetti singolarmente autorizzati. 
  2. Non e' consentito ne' per se ne' per terzi: 
    a) affittare, dare in locazione, cedere o trasferire a  qualsiasi
titolo qualsivoglia tipo di diritto relativo al  logo  comune  ed  al
logo identificativo nazionale a terze parti; 
    b) modificare l'aspetto del logo comune o del logo identificativo
nazionale, nonche' creare, sviluppare e/o  utilizzare  derivazioni  o
variazioni basate su qualsiasi loro parte, eccetto  che  aumentare  o
diminuire proporzionalmente le  dimensioni  del  logo  identificativo
nazionale; 
    c) sviluppare o acquisire qualsiasi diritto di marchio registrato
associato  con  il  logo  istituzionale  della  Commissione  europea,
l'emblema  europeo,  il  logo   identificativo   nazionale   e   ogni
derivazione dello stesso, tra cui qualsiasi registrazione  nazionale,
comunitaria  o  internazionale  dei   marchi   registrati,   immagine
commerciale, nomi commerciali, marchi di servizio,  simboli,  slogan,
emblemi,   loghi,   disegni   che   incorporano,   integralmente    o
parzialmente, il logo identificativo nazionale di cui all'art. 1; 
    d) unire il logo identificativo nazionale o  qualsiasi  parte  di
esso con qualsiasi altro oggetto che possa trarre  in  inganno  terzi
circa il significato e la forma del logo medesimo; 
    e) utilizzare il logo identificativo nazionale per attivita'  che
non rientrano nelle finalita' stabilite dal  decreto  legislativo  24
aprile 2006, n. 219. 
                               Art. 3 
 
  1. Il presente provvedimento e' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana. 
    Roma, 6 luglio 2015 
 
                                      Il direttore generale: Marletta 

Registrato alla Corte dei conti il 6 agosto 2015 
Ufficio controllo atti MIUR, MIBAC,  Min.  salute  e  Min.  lavoro  e
politiche sociali, reg.ne prev. n. 3482 
 
                                            Allegato (art. 1 comma 1) 
 
    Il logo identificativo nazionale di cui  al  comma  6,  dell'art.
112-quater, del decreto legislativo 24 aprile  2006,  n.  219  e'  il
seguente: 
 
              Parte di provvedimento in formato grafico 
 
    I colori di riferimento sono: PANTONE  421  CMYK  13/11/8/26  RGB
204/204/204; PANTONE 7731 CMYK 79/0/89/22 RGB 0/153/51;  PANTONE  376
CMYK 54/0/100/0 RGB 153/204/51; PANTONE 7480 CMYK 75/0/71/0. 
    La bandiera riportata e' la bandiera della Repubblica italiana. 
    La parte testuale e' in lingua italiana. 
    Il logo ha la lunghezza minima di 90 pixel. 
    Il logo e' statico. 
Torna su