vai al Contenuto

Portale Norme & Concorsi Salute

Numero Atti:61250
Ultima Gazzetta Ufficiale del: 16 marzo 2019 Ultima Modifica: 20 marzo 2019
servizio rss

Dettaglio atto

Ministero della Salute

Decreto 30 maggio 2017

Istituzione di un Centro di referenza nazionale nel settore veterinario (17A05860)

(G.U. Serie Generale , n. 196 del 23 agosto 2017)

 
 
 
                      IL MINISTRO DELLA SALUTE 
 
  Vista la legge 23 giugno 1970, n. 503, recante  «Ordinamento  degli
Istituti zooprofilattici sperimentali»; 
  Visto il decreto  legislativo  30  giugno  1993,  n.  270,  recante
«Riordinamento degli Istituti zooprofilattici sperimentali,  a  norma
dell'art. 1, comma 1, lettera h) della legge 23 ottobre 1992, n. 421»
e, in particolare, l'art. 2, comma 3, lettera l); 
  Visto il decreto del Ministro della sanita' 16  febbraio  1994,  n.
190, concernente «Regolamento recante norme  per  il  riordino  degli
Istituti zooprofilattici sperimentali,  in  attuazione  dell'art.  1,
comma 5, del decreto legislativo 30 giugno 1993, n. 270»,  pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale 23 marzo 1994, n. 68; 
  Visto il decreto del Ministro della sanita' 4 ottobre 1999, recante
«Centri di referenza nazionali nel settore  veterinario»,  pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale 23 dicembre 1999, n. 300; 
  Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n.  165,  e  successive
modificazioni, recante «Norme generali  nell'ordinamento  del  lavoro
alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche»; 
  Visto il decreto  legislativo  28  giugno  2012,  n.  106,  recante
«Riorganizzazione degli enti vigilati dal Ministero della  salute,  a
norma dell'art. 2 della legge 4 novembre 2010, n. 183»; 
  Vista l'istanza e la relativa documentazione  presentata  ai  sensi
del  citato  decreto  ministeriale  4  ottobre   1999   dall'Istituto
zooprofilattico sperimentale dell'Abruzzo e del  Molise  -  acquisita
dal Ministero della salute con prot. DGSAF n. 9874-A  del  13  aprile
2017, con la quale il richiamato Istituto ha formulato la proposta di
istituire un Centro di referenza nazionale per le Sequenze  Genomiche
di microrganismi patogeni: banca dati e analisi di bioinformatica; 
  Vista la relazione inviata con nota prot. DGSAF  n.  12396  del  17
maggio 2017 nella quale la Direzione generale della sanita' animale e
dei farmaci veterinari attesta di aver verificato  la  documentazione
trasmessa,  accertandone  la  conformita'  delle  dotazioni  previste
dall'art. 3, comma 1, del predetto  decreto  ministeriale  4  ottobre
1999; 
  Considerato che con l'istituzione del Centro di referenza nazionale
in argomento  questo  Ministero  potra'  disporre  di  uno  specifico
strumento tecnico scientifico che, in collaborazione  con  gli  altri
Istituti zooprofilattici  sperimentali,  amministrazioni,  centri  ed
altri enti di ricerca, puo' costituire un  importante  strumento  per
l'identificazione dei cluster epidemici, nel rintraccio  della  fonte
d'infezione  e  per  la  conseguente  applicazione  delle  misure  di
salvaguardia  nella  movimentazione  sia  degli  animali  che   degli
alimenti; 
  Ritenuto, pertanto, di istituire il Centro di  referenza  nazionale
per le Sequenze Genomiche di microrganismi  patogeni:  banca  dati  e
analisi di bioinformatica; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
  1. Presso l'Istituto zooprofilattico  sperimentale  dell'Abruzzo  e
del Molise e' istituito il Centro di referenza nazionale  -  Sequenze
Genomiche  di  microrganismi  patogeni:  banca  dati  e  analisi   di
bioinformatica. 
                               Art. 2 
 
  1. Il Centro di referenza, di cui all'art. 1 svolge  i  compiti  di
cui all'art. 2 del decreto del Ministro della sanita' 4 ottobre 1999,
nonche' le seguenti funzioni: 
    a)  realizza  una  piattaforma  nazionale  per  la   raccolta   e
conservazione delle sequenze genomiche di  microrganismi  patogeni  e
per l'esecuzione di analisi  bioinformatiche,  l'archiviazione  e  la
condivisione dei risultati; 
    b) realizza un sistema  strutturato  e  permanente  di  referenti
all'interno dei singoli Istituti zooprofilattici sperimentali ai fini
del coordinamento delle attivita' che saranno  poste  in  essere  sul
territorio nazionale; 
    c) fornisce assistenza  tecnico-scientifica  al  Ministero  della
salute ed alle autorita' competenti ; 
    d) cura l'organizzazione di corsi di formazione nell'ambito delle
proprie competenze per il personale del Servizio sanitario  nazionale
e di altri operatori di Enti competenti; 
    e) promuove le attivita' di ricerca nel settore di competenza ; 
    f) mette in  atto  ogni  altra  utile  attivita'  attinente  alle
proprie competenze ivi comprese la collaborazione e il  coordinamento
con altre amministrazioni ed Enti del settore. 
  Il presente decreto e' trasmesso al competente organo di  controllo
e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. 
    Roma, 30 maggio 2017 
 
                                                Il Ministro: Lorenzin 

Registrato alla Corte dei conti il 19 luglio 2017 
Ufficio di controllo sugli atti del MIUR, MIBAC, Min. salute  e  Min.
lavoro, reg. n. 1712 
Torna su